• Current

Sabato, 07 Dicembre 2019

IL BUE NERO O DELLA CATTIVA COSCIENZA DEGLI ITALIANI

  • regista Yvonne Capece

    drammaturg Marzio Badalì

    scene e costumi Micol Vighi/ interpreti Elisa Petrolini, Nicola Santolini

    con la partnership del Centro di Produzione Elsinor Forlì e Aics

    con il contributo di Regione Emilia Romagna

Primo spettacolo della trilogia "Io non ci sono. Percorsi nell'Emilia Romagna fascista, antifascista e postfascista", vincitore del "Bando per la Memoria 2019" della Regione Emilia Romagna

T'amo, o pio bove, diceva Carducci. Pio bove un corno, rispondeva Primo Levi, pio per eufemismo, pio sarà Lei, professore. Il Bue Nero – o della cattiva coscienza degli italiani è un viaggio nella memoria, ma non di quelli che ripercorrono la Storia. E' un'indagine sulla nostra coscienza, sui nostri ideali frustrati e sulle incongruenze della natura umana, o forse della natura di noi italiani. È una riflessione sul corpo e sulla sua assenza, sul culto e il feticismo del grande capo con le corna. Eia Eia Alalà! Mangiamo il corpo del bue per acquisirne la forza ma dimentichiamo sempre cosa mangia il bue. 

ORARI

SABATO21:00

  • Prezzi

    INTERO

    16,00

    UNDER 25,OVER 65,CRAL,CONVENZIONI

    12,00

    STUDENTI SCUOLE SUPERIORI

    10,00

    GRUPPI (min. 15 persone)

    8,00

     

     

     

     

     

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.