• Current

BIRDS

ANTEPRIMA STAGIONE DI PROSA 2018.2019

drammaturgia e regia JOÃO MIGUEL NECA JESUS

musiche JORGE SALGUEIRO

costumi ANNAMARIA CATTANEO, CLARA BENTO

video ED SUNMAN

con GUILHERME NORONHA, RAUL ATALAIA, GIUDITTA MINGUCCI, ALBERTO ZAFFAGNINI, GIOVANNI LAGHI

e con MATILDE BABINI, LORENZO BIONDI, NIKOLAS MONTI, MARIA CRISTINA POGGIOLINI, ELEONORA RAMILLI, MADDALENA RINIERI, RICCARDO ZAMPIGA

Spettacolo in lingua inglese e portoghese

 

 

INFO E PRENOTAZIONI

+39  0543 722 456

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Birds è una singolare community play all'aperto, uno spettacolo drive-in diretto da Miguel Jesus e João Neca. Ispirato liberamente al realismo magico e sviluppato nell'ambito del progetto europeo Platform Shift +, la rete che a partire dal 2014 ha creato contaminazioni artistiche tra 11 compagnie teatrali di 9 paesi diversi, lo spettacolo vede la collaborazione fra Teatro O Bando (Portogallo), Elsinor Centro di Produzione Teatrale (Italia) e Pilot Theatre (Regno Unito), insieme a Teatro Barris (Portogallo) e FISP - Palmela International Saxophone Festival. BIRDS cerca di guardare alle differenze, mettendo a confronto la libertà di fuga con le difficoltà di movimento e comprensione tra persone e culture diverse. La versione che proporremo qua in Italia, per questioni pratiche, non sarà drive-in ma... walk-in! Per l'occasione, il cast verrà ricomposto con alcuni degli interpreti portoghesi della versione originale e alcuni italiani.

 

Birds è un territorio di incontro, non solo con quelli che sono sulla scena, e che ogni giorno devono decidere quale spettacolo accadrà, ma anche con quelli che negli ultimi mesi hanno discusso, pensato e creato con noi. È un territorio di incontro non solo con la fantastica musica televisiva di Jorge Salgueiro, ma anche con i costumi espressivi e brillanti, in stile sudamericano, di Clara Bento, anche con l'immagine e la cura visiva che Rui Francisco ha dato alla nostra anti-scenografia, anche con la cura e sagacità della progettazione delle ali che Annamaria Cattaneo ci ha proposto, anche con la partecipazione così brutale e generosa di Giuditta Mingucci coperta di terra fino agli occhi, anche coi giorni di sana allucinazione creativa trascorsi con Ed Sunman per far diventare le navi marionette, anche con l'apertura e la folle organizzazione del lavoro di Joao Pedro Silva, anche con la dolcezza, dedizione e semplicità di Fernando Alves, la cui presenza tanto ci onora, noi ansiosi di ascoltare la sua visione dichiaratamente parziale e autoriale, che non trasforma la mediatizzazione nella bandiera di una pretesa verità unica ed egemonica.

Joao Miguel Neca Jesus

 

 

 

Un popolo. Una buca. Un volo.

 

Un popolo guarda una buca. Gli viene detto: questa può essere la nostra salvezza. Un popolo crede.

Dicono: questa potrebbe essere la nostra condanna. Un popolo crede.

 

Un popolo non sa da dove viene. Gli viene detto: chi può salvarci viene sempre dal cielo, alato, grande, coperto d'oro. Gli viene detto: quelli che vengono dal mare sono sempre sporchi, stanchi e inclini al furto.

 

Un popolo ascolta una trasmissione. Un popolo crede. Un popolo vede un'azione. Un popolo crede. Un popolo ascolta un'azione che non vede. Gli viene detto: guardate. Un popolo vede un'azione che non sente. Gli viene detto: ascoltate.

 

Un popolo dice di non credere. Un popolo sente di non credere. Un popolo ha fame. Un popolo ha freddo. Un popolo dorme. Gli viene detto: letto. Gli viene detto: fuoco. Un popolo crede.

 

Altre news

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.